Le dinamiche senza limiti della guerriglia

Nel deserto globale da Lawrence a Clint
(da Pop-Corner su Laspro 31 – febbraio 2015. Per abbonarti a Laspro clicca qui)
di Duka

«L’assegnazione delle spedizioni non fu mai ortodossa. Era impossibile fondere o assemblare tribù diverse, perché di solito non andavano d’accordo o non si fidavano l’una dell’altra. Analogamente, non potevamo impiegare membri di una tribù nel territorio di un’altra. Di conseguenza, miravamo alla più ampia distribuzione delle forze, per disporre del maggior numero di bande contemporaneamente. Aggiungevamo fluidità ai loro movimenti agendo ogni giorno in una diversa porzione di territorio. Questo favoriva la naturale mobilità delle bande. In più, avevamo l’incomparabile vantaggio di disporre di forze sempre fresche nelle diverse aree tribali. Il massimo disordine era in senso stretto il nostro punto di equilibrio».
(Evoluzione di una rivolta di T. E. Lawrence)

T E Lawrence Continua a leggere