[Dizionario autocritico della militanza] P – Palestina

Pubblichiamo, lettera dopo lettera, il Dizionario autocritico della militanza, uscito su Laspro numero 32 (aprile/maggio 2015). Qui l’introduzione. Se vi ci riconoscete, lo contestate, se volete proporre o scrivere altre voci del Dizionario, commentate o scrivete a lasprorivistaletteraria@gmail.com

P – PALESTINA

kefiaVa bene mettere lo zaatar pure sulla porchetta. Va bene la kefiah e le foto con le dita a V al matrimonio di tua cugina. Sono d’accordo che la dabka mette addosso più energia dello zumba. E sì, alla fine segui giusto un paio di presentazioni di libri alla settimana, tagghi tutti gli amici ogni volta che metti una notizia dal tale villaggio in provincia di Tulkarem, invii un po’ di mail per firmare le petizioni su change.org contro la pulizia etnica dei beduini del Naqab e diventi viola ogni volta che senti parlare di Erri De Luca. È vero, esistono tante ingiustizie nel mondo ma quella della Palestina è troppo evidente, paradigmatica e poi alla fine non è che si può seguire pure quello che avviene in Sud Sudan. Però scusa, quando ti dico che il decreto Lupi toglie l’acqua alle occupazioni non te ne uscire con «vabbe’, però alla fine so’ abusivi…».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...